Holstein polled

Eccezionale: prima selezione globale di femmine Holstein polled

Golden-Oaks Perk Rae P Red è la leader, ma la nuova vacca Red-Impact del 2012 certamente non è l’unica interessante Holstein geneticamente senza corna. L’influenza della genetica polled ai massimi livelli della selezione ha preso il via: la prima rassegna globale di HI con una selezione delle Holstein polled più interessanti lo dimostra chiaramente.

JORDEN STEGINK

È stato un piacere vedere come molti lettori di HI hanno risposto al nostro invito di inviare informazioni sulle loro femmine Holstein polled più interessanti. Sulla base delle informazioni che abbiamo ricevuto, oltre che su una selezione ulteriore fatta da noi, HI è in grado di presentare la prima selezione internazionale di femmine Holstein polled di alta qualità. E che selezione! Sono incluse circa 60 Holstein di alto livello, che vanno dalla Golden-Oaks Perk Rae P-Red EX-90 (scelta sempre su questo numero di HI come la “Vacca Red-dell’Anno 2012”) fino al giovane talento testato per DNA  Hartford 315 Colt-P 315-Red (Colt P x Freddie x Toystory). Come gruppo, queste due e gli altri animali elencati hanno il potenziale di dare un impulso decisivo all’introduzione del fattore polled nella popolazione Holstein. Con una Holstein polled di questo calibro, niente può ostacolare una definitiva affermazione del gene polled ai vertici della popolazione Holstein.

ALLEVAMENTO CHIAVE

Perché il gene ‘polled’ non dovrebbe essere integrato nella selezione Holstein? Non c’è nessun allevatore al mondo che consideri la decornificazione come un hobby; togliere le corna richiede manodopera, e per i vitelli non è certo un piacere. Selezionare per il gene polled offre senza dubbio dei vantaggi, e in questo senso è un gene dominante, eppure c’è voluto fino all’arrivo del toro provato americano Lawn Boy P-Red perché il gene polled ottenesse sufficiente attenzione nella selezione al top. “Alla West Port abbiamo sempre tenuto la nostra selezione polled nascosta, nella speranza che avremmo avuto abbastanza tempo per sviluppare il tipo di pedigree che il mercato ad un certo punto avrebbe cominciato a chiedere. Sorprendentemente, devo dire che è stato più difficile avere successo con il programma polled che non selezionare sulla Red Holstein, nonostante il fatto che il gene polled sia dominante e che noi si sia cominciato a selezionare fin dal 1990.”  Questo è quanto ci ha scritto Scott Wilson, l’allevatore dell’allevamento canadese West Port Holsteins. Alla fine degli anni ‘90, Wilson e Roy MacGregor (all’epoca di Arron Doon ed ora di Venture Genetics) acquistarono un certo numero di Holstein polled dall’allevamento americano Hickorymea; di quegli acquisti, Hickorymea Judge Maren P VG-85 (Leadman Judge x Kinglea Leader) divenne la vacca di fondazione dietro due tori chiave della selezione polled di oggi: West Port Arron Doon Mitey P RC (by Goldwyn) e il Bolton suo mezzo fratello, Magna P.
Mitey P, Magna P, e altri membri femminili di talento della famiglia, come Venture Shamrock Memory P RC (Shamrock x September), costituiscono il riferimento per il ruolo essenziale giocato dall’allevamento Hickorymea e dai suoi proprietari, la famiglia Johnson di Airville, Pennsylvania. Fin da quando Ed Johnson, coscienziosamente, ha scelto di usare tori Holstein polled alla fine degli anni ‘60, lui e la sua famiglia hanno selezionato Holstein polled di grande qualità. Oltre a tori polled, la famiglia Johnson ha sempre usato i migliori tori della razza. La lista mostra quattro Holstein allevati nell’allevamento Hickorymea: di questi quattro animali, né il padre né il nonno sono portatori del gene polled. Man-O-Man x Shottle, o Deann x Titanic; questi sono magnifici esempi dei pedigree polled della Hickorymea. Questo vale anche per il toro provato della Hickorymea, Oswald P, un figlio di Bosco su madre Bellwood e nonna Elton, il quale, per la sua generazione, ha un pedigree estremamente moderno.

PEDIGREE COMPETITIVI

Il secondo allevamento chiave nella selezione polled è Burket-Falls, che si trova in Pennsylvania, come Hickorymea. La famiglia Burket, soprattutto dalla nascita della vacca di fondazione Burket-Falls Elevation Sophia P EX-93, ha prodotto per decenni tori polled facilmente utilizzabili, compreso Polled Plus P. I tori Burket-Falls delle generazioni precedenti sono la fonte del fattore polled di Lawn Boy P-Red. “La Burket-Falls ha prodotto anche Perk, il padre di Golden-Oaks Perk Rae P-Red,” dice Robert Jones, proprietario della Hollysprings Polled Holsteins, nel Galles. Jones possiede 270 Holstein, di cui 80 sono polled. L’allevamento Jones ha una lunga tradizione polled: “Cinquant’anni fa, mio padre già allevava tori polled; nel 1946, sono state importate in Gran Bretagna alcune Holstein di cui una era polled. La progenie dei tori polled che usava mio padre non era accettata nel libro genealogico; nel 1980 ho cominciato ad investire in Holstein di ottime famiglie e ad usare il seme di tori Holstein polled nordamericani.” Jones ha molta esperienza con i tori sia della Hickorymea che della Burket-Falls. “I tori Hickorymea di media trasmettono più produzione, mentre i tori della Burket-Falls hanno un tipo migliore. Vent’anni fa mungevamo dozzine di figlie davvero belle di Burket-Falls Dispatcher P (Valiant x Elevation Sophia P). Un altro toro polled che ha lasciato delle ottime figlie è Hickorymea Oswald P. Secondo me, Oswald è migliore di Shottle,” afferma Jones, che ora munge 10 figlie di Lawn Boy, e altre 20 entreranno presto in produzione. “Lawn Boy dà delle vacche che maturano molto tardi e che si sviluppano in grandi vacche.” Della nuova generazione Jones usa un gruppo numeroso di giovani tori polled di diversi paesi, come per esempio Hollysprings Polled Dellboy P. Jones ha prodotto lui stesso un figlio polled di Moscow sulla Hollysprings Bolton Dellia VG-87, una bella figlia di Bolton con buoni dati genomici che, tramite Oswald P, Stormatic, Winchester, Duster e Melwood, risale alla vacca di fondazione Dellia, della Regancrest. Dellboy è stato provato come giovane toro dal centro FA tedesco Masterrind e ha un gRZG di 121. “La situazione con gli animali polled è arrivata al punto che chiunque voglia può usare tori polled senza alcuna concessione genetica; Dellboy P, per esempio, ha un pedigree molto competitivo essendo un figlio di Moscow su madre Bolton.”

GiĆ  abbonati da tempo

'Ritengo Holstein International una rivista molto puntuale che mi permette di avere sempre notizie "fresche" che, soprattutto con l'avvento della genomica, sono sempre più utili.'


Attilio Tocchi
TOC FARM Italy

'Dire che è una delle migliori riviste del settore è banale oltre che scontato, sul primissimo numero di HI Jan Bierma & C. scrivevano " Ecco la rivista che abbiamo sempre voluto fare..."
sono abbonato da 11 anni, se non ho ancora avuto il bisogno di cercare un altra rivista, evidentemente HI è la rivista che ho sempre voluto leggere.'

Gianluigi Rozzoni, Italy